News

Google potenzia il suo chatbot Bard con nuove tecnologie

Nuove sfide, nuove risposte: Google non si arrende nella competizione per l’IA generativa e lancia una serie di aggiornamenti per il suo chatbot Bard. L’obiettivo è chiaro: ampliare le sue capacità e renderlo uno strumento ancora più potente e versatile per utenti di tutto il mondo.

Cuore pulsante di Bard: Gemini Pro

Al centro degli aggiornamenti troviamo l’accesso a Gemini Pro, la versione più avanzata del modello di intelligenza artificiale che alimenta Bard. Ora disponibile in oltre 40 lingue e 230 paesi, Gemini Pro offre una comprensione del linguaggio naturale senza precedenti, abbinata a capacità di ragionamento, sintesi e codifica superiori. Il risultato? Risposte più rapide, precise e complete alle domande degli utenti.

Espansione globale e verifica puntuale

L’estensione di Gemini Pro a un pubblico così ampio rappresenta una svolta significativa per Bard. Non solo: Google ha anche annunciato l’espansione della funzione Double-check in oltre 40 lingue. Con un semplice click, Bard confronta le sue risposte con informazioni online, fornendo agli utenti la possibilità di approfondire e farsi un’idea più completa.

Immagini che prendono vita: la magia di Imagen 2

Un’altra novità di rilievo è l’introduzione di Imagen 2, un modello di intelligenza artificiale in grado di generare immagini realistiche basandosi su descrizioni testuali. Bard può ora dar vita alle idee degli utenti, creando immagini “di alta qualità e fotorealistiche” senza costi aggiuntivi.

Sicurezza e responsabilità al primo posto

Google ha sottolineato l’importanza di un’IA responsabile. Per questo motivo, sono stati implementati controlli tecnici per prevenire la creazione di contenuti dannosi e sono state adottate tecnologie all’avanguardia per la sicurezza e la tutela della privacy.

Le novità sono già disponibili

Tutte le nuove funzionalità di Bard sono accessibili gratuitamente su bard.google.com. L’azienda invita gli utenti a provare le nuove tecnologie e a dare il proprio feedback per migliorare ulteriormente il chatbot.

Un futuro pieno di potenzialità

Gli aggiornamenti di Bard dimostrano l’impegno di Google nel campo dell’IA generativa. L’azienda è pronta a competere con OpenAI e a portare la sua tecnologia a un livello superiore, offrendo agli utenti un’esperienza conversazionale sempre più ricca e coinvolgente.

Per maggiori info visitate http://bard.google.com/

Salvatore L.

Avvicinatosi al mondo videoludico grazie ad un Commodore64 alimentando in se la curiosità per il mondo Hi-Tech in particolar modo per tutto ciò che riguarda l' Hardware di un Computer. Dopo anni di collaborazioni con vari blog informatici Italiani nel 2012 apre il sito Hardware Mind.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho preso visione della Privacy Policy ed Autorizzo al trattamento dei dati personali.

Controlla anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio