News

D-Link contro il cyberbullismo nelle scuole

Cresce l’impegno di D-Link, azienda che da oltre 30 anni offre prodotti e soluzioni per la connettività cablata e wireless, sul fronte della responsabilità sociale d’azienda per promuovere un uso responsabile della tecnologia. L’azienda ha infatti deciso di supportare il progetto di alternanza scuola-lavoro “Dillo con parole…nostre” il cui esito darà vita a una campagna di sensibilizzazione destinata ai ragazzi delle scuole medie. “Dillo con parole…nostre” è un’iniziativa ideata da Laboratorio Adolescenza – libera associazione che ha lo scopo di promuovere e diffondere lo studio e la ricerca sugli adolescenti – e Mediatyche – agenzia milanese di comunicazione sostenibile – per sensibilizzare i ragazzi delle scuole contro un tema tanto attuale quanto allarmante come quello del cyberbullismo.

“Siamo entusiasti di supportare questo progetto, in quanto particolarmente in linea con l’impegno di D-Link nel promuovere un uso consapevole e attento delle nuove tecnologie”, dichiara Mattia Busu, Marketing Manager di D-Link. “Sappiamo che è importante insegnare ad utilizzare correttamente internet e i social network, ma spesso è difficile comunicare con i ragazzi più giovani, anche perché il loro mondo si muove a una velocità superiore alla nostra. Combattere il cyberbullismo lavorando a fianco dei ragazzi e attraverso il loro linguaggio è un’esperienza umanamente stimolante e la loro “freschezza” ha già contagiato tutta la filiale italiana”.

“Dillo con parole…nostre” diventerà il quarto pilastro della campagna di D-Link #CONNETTITIRESPONSABILMENTE, https://connettitiresponsabilmente.it nata un anno fa per promuovere un uso consapevole della connettività e per far riflettere sull’importanza del linguaggio, dei contenuti e della sicurezza nel momento in cui stiamo navigando e comunicando online.

Parlare ai ragazzi delle scuole medie, si sa, non è certo un compito semplice, ma se al posto degli adulti a raccontare il cyberbullismo fossero i “colleghi” delle scuole superiori, il messaggio può risultare più credibile e veritiero. È questa l’idea da cui nasce “Dillo con parole…nostre”.

Non si tratta delle solite lezioni frontali, ma di un progetto che vede protagonisti attivi i ragazzi, in questo caso due gruppi di lavoro dei licei classici milanesi, il Liceo Manzoni e il Liceo Berchet che, comportandosi come vere e proprie agenzie di comunicazione, si sfideranno nella realizzazione di un video e di un Manifesto contro il cyberbullismo destinati alle scuole medie. In aggiunta è

prevista la realizzazione di un video tutorial della campagna con il contributo di D-Link, sugli aspetti specificamente tecnologici della lotta al cyberbullismo, e di un vademecum dell’equipe di psicologi di Laboratorio Adolescenza, per un approfondimento del problema da un punto di vista psico-comportamentale.

“Dillo con parole…nostre” è l’espressione di una nuova proficua collaborazione con Mediatyche, già intrapresa con diverse realtà, tra cui Avis, per promuovere tra i ragazzi la donazione di sangue in maniera ludica. Sulla base degli ottimi risultati ottenuti, abbiamo deciso di alzare il livello della sfida affrontando il tema del cyberbullismo e trasformando i ragazzi in “ambasciatori di responsabilità” verso i più piccoli, sicuramente molto più credibili ai loro occhi e molto più efficaci di tante lezioni”, dichiara Maurizio Tucci, Presidente di Laboratorio Adolescenza.

A fare da “tutor” tenendo le fila dell’attività saranno gli esperti di comunicazione di Mediatyche, che metteranno a disposizione alcune linee guida utili allo sviluppo delle campagne creative, attenti però a non interferire con il lavoro dei ragazzi.

“Dillo con parole…nostre” nasce dalla volontà di trasmettere un messaggio di responsabilità in modo originale e soprattutto rendendo i ragazzi i veri protagonisti di un cambio culturale nei confronti dei loro quasi coetanei”, dichiara Elena Rabaglio, Responsabile Clienti e Co-founder di Mediatyche. “Con questo progetto possiamo inoltre aprire una “finestra sul futuro” mostrando ai ragazzi cosa significa lavorare in un’agenzia di comunicazione e sviluppare una vera campagna creativa”.

Al termine del percorso, una giuria composta dall’equipe di psicologi di Laboratorio Adolescenza, D-Link e Mediatyche, valuterà le proposte e decreterà il gruppo vincitore tra le due scuole.

La campagna vincitrice verrà messa a disposizione delle scuole medie nel settembre 2019. Fondamentale sarà la landing page di D-Link dedicata, contenente tutti i contenuti della campagna da scaricare e aggiornata in tempo reale con la lista delle scuole aderenti.

 

Tags

Salvatore L.

Avvicinatosi al mondo videoludico grazie ad un Commodore64 alimentando in se la curiosità per il mondo Hi-Tech in particolar modo per tutto ciò che riguarda l' Hardware di un Computer. Dopo anni di collaborazioni con vari blog informatici Italiani nel 2012 apre il sito Hardware Mind.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Close
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker