Guide

Impedire a Google di Spiare le chat su dispositivi Android

Sappiamo bene che da quando siamo entrati nel mondo del web i colossi come Google, Youtube, Facebook, Instagram, Whatsapp, Twitter e Tik Tok cercano costantemente nuovi metodi per apprendere nuove informazioni sull’utente che utilizza quel determinato servizio.

Molto spesso è tutto scritto nell’informativa della privacy che siamo soliti ad “Accettare” velocemente senza soffermarci di cosa si stia trattando.

Google essendo il patron di Android riesce a ottenere informazioni sull’utente in molti modi tra cui i più famosi “cookie” ed altri sotterfugi mascherate da “statistiche utili per migliorare i loro servizi”.

Nelle ultime versioni di Android (principalmente dalla 9 in poi) è stata implementata una funzione che memorizza a vostra insaputa tutte le parole che utilizzate quando usate la tastiera e da quel che si pensa anche quanti secondi impiegate per rispondere o per scrivere una determinata frase.

In questa guida vi mostrerò come disabilitare questo servizio per impedire a Google di spiare le chat su dispositivi Android che personalmente mi infastidisce abbastanza.

Procedimento

  • Aprite una chat ed appena apparirà la tastiera cliccate sull’icona a forma di ingranaggio o in mancanza di tale simbolo recatevi nelle impostazioni dello smartphone e recatevi nelle impostazione della tastiera.
  • Selezioniamo la tastiera Gboard per poter accedere alle impostazioni avanzate cliccando appunto su “avanzate”.
  • Da li deselezioniamo  “Condividi le statistiche sull’utilizzo”, deselezioniamo anche “Personalizzazione” ed infine deselezioniamo “Migliora voce e digitazione per tutti usando i dati salvati sul dispositivo”.
  • Come ultimo passaggio consiglio di cliccare sull’ultima voce chiamata “Elimina le parole e dati appresi” in modo da poter eliminare i dati che sono stati conservati a nostra insaputa.

Di seguito una serie di  screen dimostrativi fatto con uno Xiaomi

Con questa guida mi auguro di aver aiutato tutti coloro che tengono molto al rispetto della loro privacy.

Salvatore L.

Avvicinatosi al mondo videoludico grazie ad un Commodore64 alimentando in se la curiosità per il mondo Hi-Tech in particolar modo per tutto ciò che riguarda l' Hardware di un Computer. Dopo anni di collaborazioni con vari blog informatici Italiani nel 2012 apre il sito Hardware Mind.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button